Google+

mercoledì 6 aprile 2016

Ancora Montecitorio: Per La 2233, Una Nuova Legge Sulla Salute Mentale, Con "Le Parole Ritrovate"!

E' passata appena una settimana dal mio intervento a Montecitorio per la presentazione della proposta di una legge quadro nazionale sui caregiver familiari, che già è tempo di tornare alla Camera dei Deputati

Stavolta per una legge che ci riguarda ancora più da vicino. Il gruppo "Le Parole Ritrovate" di Renzo De Stefani e i suoi UFE, gli Utenti Familiari Esperti - che seguo con interesse da quando, nell'ottobre del 2013, partecipai al Convegno Nazionale a Trento per raccontare del Progetto Semola, - da diversi anni si battono per una riforma della Legge 180, la famigerata legge Basaglia che tanto ha fatto e continua a far discutere, e che spesso si è presa immeritatamente le colpe della situazione attuale. Colpe che invece sono legate soprattutto al fatto che quella legge, che nasceva meramente come una "legge quadro" che avrebbe dovuto innescare tutta una serie di provvedimenti attuativi in tutto il paese, non era stata poi mai messa in pratica a livello regionale, causando il risultato che è ancora davanti ai nostri occhi.

Il disegno di legge che verrà presentato domani, 7 aprile 2016, presso l'Auletta dei Gruppi, a Montecitorio, partito col nome di181, tramutatosi poi in 2233, si pone come obiettivo l'attuazione dei principi insiti nella visione basagliana, rimasti disattesi durante tutti questi anni. Ciò che mi piace particolarmente di questa iniziativa, e che mi ha spinto ad auto-invitarmi per dar voce ai figli, minori e non solo, è il coinvolgimento fortissimo di utenti e familiari, il loro far parte di questo disegno di legge perché, nel rispetto di professionalità e competenze specifiche, siano finalmente considerati anch'essi esperti in materia. Com'è giusto che sia, dato che l'impatto di politiche inappropriate o insufficienti ricade direttamente su pazienti e familiari, oltre che su quegli operatori appassionati che non sono messi nelle condizioni di svolgere al meglio il proprio lavoro. E a pagare un altissimo prezzo per questo sono, oltre che gli adulti affetti da un disturbo mentale, i tanti bambini e adolescenti che di questi sono figli, e che spesso si vedono privati del calore e della piena presenza genitoriale a causa della mancanza di cure e di approcci efficaci per chi le rifiuta e a causa di cure inadeguate per tutti gli altri.

Domani, dunque, tornerò a Montecitorio, in rappresentanza di questo blog e dei figli di genitori con un disturbo psichico. Spero di poter avere anche stavolta un piccolo spazio - i tempi durante incontri come questo sono sempre serratissimi e tante le istanze e le testimonianze - per raccontare un po' di quell'iceberg che si nasconde sotto la superficie, perché possa essere accolto e trovare risposte. Fate il tifo per me!






Pagina Facebook Del Blog - Gruppo Facebook Figli di Persone con un Disagio Mentale - Children of Mentally Ill Parents Facebook Group - Portale My Blue Box - Canale YouTube - Pagina Google+ - Profilo Twitter - Tumblr.

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...